morti di serie A e di serie B

Pubblicato il da antonio sassano

Quello che vedo e avverto in questi giorni tragici dopo i fatti di Parigi, Da una parte c’è la solita ipocrisia indignati a prescindere, dall’altra l’isteria di pace delle nuove suffragette della fratellanza. Due maschere della stessa mancanza di persona.Un modo come un altro per sentirsi vivi, come drogarsi e avere l’adrenalina, come arruolarsi nell’Isis e avere l’ebbrezza della morte o indignarsi/impietosirsi per lo shock delle immagini televisive. E ancora come ci siamo sentiti europei di fronte alla minaccia orientale eh!? Come ci siamo sentiti vivi di fronte alla morte! Come ci siamo sentiti umani di fronte ai quelli che diciamo barbari! Certo non è questo il momento di discutere, di fare analisi, è il momento di schierarsi, di agire. Allora vanno bene le in'utili immagini delle dirette fiume, no-stop ,quasi eterne, e poi c'è chi cambia la propria immagine di profilo per dare tre colori nuovi alla sua faccia, viva il perbenismo borghese e il buonismo, la fratellanza di maniera, l’omologazione di sentimenti, gli slogan , la marsigliese, le lacrime e le preghiere.C'è chi scrive post per dire che non ha parole e chi parla senza dire niente, evviva i messaggi di pace, i simboli, le fiaccolate, i lumini, i fiori, va tutto bene ma,sempre più sembra che stiamo recitando una parte quasi per il piacere di vederci recitare qualunque sia il copione, ma non siamo nessuno.Siamo quelli spensierati che niente o poco hanno da dire ,trà una mangiata tra amici, un allenamento, la macchina, la pelliccia, la pasticchina, il tatuagio, l'orecchino, la lampada e un po di sesso ad essere persone con un'anima vuota.
Sono questi i nostri valori, la nostra cultura.In questo vuoto un risultato che dobbiamo aspettarci è la restrizione delle libertà, libertà di espressione, libertà di circolazione; ma c'è da capirli, loro i nostri amati leader europei restringeranno le nostre libertà per il nostro bene; per il nostro bene incrementeranno i controlli e le restrizoni. L'ipocrisia dell'occidente. Il giorno prima degli attentati di Parigi, un altro grave atto terroristico, sempre ad opera dello Stato Islamico, aveva provocato decine di vittime in Libano, decine di musulmani morti; uno dei tanti attentati terroristici che si consumano più o meno ogni giorno; però, mentre per gli attentati terroristici di Parigi ne parla tutto il mondo e per giorni e giorni, come è giusto che sia ovviamente, per gli altri attentati nessuno ne parla, magari due righe dell'ANSA e qualche trafiletto nascosto negli altri giornali. Morti di serie a e morti di serie b.

Con tag OPINIONI

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post