i compagni mi confondono

Pubblicato il da antonio sassano

Se partiamo dal presupposto che la politica è nata per fare il bene della collettività oggi ci chiediamo che fine ha fatto la politica. Perchè è evidente che i politici odierni hanno perso la ragione fondamentale della loro funzione: il bene del loro paese.E stiamo parlando di tutta la classe politica tradizionale intesa come destra e sinistra. Che questo accada a destra non stupisce, mentre sorprende la sinistra degli ex PCI poi PDS , DS ed attuale PD che in trent'anni ha subito una vera e propria mutazione genetica. Quella sinistra paladina delle lotte operaie del dopoguerra, dello statuto dei lavoratori, delle cure garantite ai pensionati e via dicendo sembra essersi convertita  ad un altro credo. Ed è così , devo ammetterlo non ci capisco più niente. Prendiamo ad esempio le elezzioni per il rinnovo del consiglio comunale del mio paese CAMPOMARINO. Passi il fatto che ancora una volta quella maledizzione che caratterizza il centrosinistra di dividersi puntualmente ad ogni scadenza elettorale si è puntualmente riproposta così da favorire la  probabile riconferma dell'amministrazione uscente di centrodestra. Passi che i dirigenti regionali del PD e lo stesso presidente Frattura e non si capisce il perchè pare appoggino il sindaco uscente  delle destre, ma quando questa mattina mi si presentano a casa per chiederci il voto a favore dell'ex sindaco Camilleri  due dei quadri  della sinistra locale molto conosciuti e stimati , già amministratori  dall'epoca  del PCI  ,no questa no non la reggo, mi manda  davvero in confusione.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post