via il senato ? Solo un diversivo

Pubblicato il da antonio sassano

A parole la promessa di più flessibilità di manovra sul patto di stabilità, nei fatti l'elezzione di Youncher, a parole l'impegno per il rilancio del lavoro e della crescita ma nei fatti ad oggi nessun provvedimento concreto ,salvo il fatto di rassicurare l'europa promettendo riforme per dimostrare l'affidabilità dell'italia. Già le riforme. Ma queste riforme sembrano tutte contro i cittadini. Perchè mai dovremmo desiderare di farle ? Per essere i più precari lavoratori del mondo e regalare altro utile a chi non fa imprenditoria ma vive di speculazioni e spesso di agganci mafiosi ? O eliminare una camera elettiva , il senato, così che uno sprovveduto con potere sui media e con poco più del 30% faccia il porco del comodo suo ? In cambio di cosa ? Forse della velocità del fare, altre porcherie contro i lavoratori ? Fate appoggiare queste cose dai soliti baroni industriali affama operai. Perchè un lavoratore onesto dovrebbe dare il suo appoggio ? Sono davvero stupito : la propaganda funziona anche contro l'evidenza delle proprie tasche. Temo che la riforma del senato sia soltanto un diversivo che la politica si dà per mascherare la sua impotenza di fronte alla crisi dell'economia così come oggi è strutturata. Oltre tutto a mio avviso la riforma del senato in questo momento oltre a non servire a un ca**o non l'ha chiesta nessuno, neppure l'europa. 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post