IL NUOVO PARTITO DEI CATTOLICI

Pubblicato il da antonio sassano

Si sono riuniti a Todi per provare a fondare un nuovo partito dei cattolici. Penso sinceramente che la misura è colma e,penso che sia tempo che i  cattolici comincino a dimostrare di essere cattolici per davvero ,magari dando il benservito a quanti dei loro esponenti al vertice della chiesa ,si sono resi responsabili e complici di governanti corrotti e responsabili del baratro finanziario e morale in cui il paese stà precipitando. Il potere temporale della chiesa dopo la metà del secolo scorso si è trasformato negli anni fino a divenire un vero e proprio potere economico e politico gestito da CEI e Vaticano con i vari congordati e trattati, 5 o 8 per mille , le esenzioni di tasse sugli immobili e chissà quanto altro ancora. Qeuesta gente prima ancora dell'unità d'Italia si è macchiata negli anni di crimini senza che ad oggi rinnegare o ripudiare niente, fosse per loro oscurantisti e conservatori quali sono avremmo ancora inquisizioni e roghi nelle piazze. E oggi Bagnasco, Bertone, e altri, dopo aver sostenuto  magari solo complici silenziosi, un governo e un potere ormai agli sgoccioli, ne prendono le distanze per crearsi nuove complicità ed assicurarsi la continuità delle loro cose, del loro potere.Questa gente fà rivoltare ogni giorno dalle tombe i grandi del Cristianesimo e tutti i Santi, altro che nuovo partito indicato dalla chiesa, una chiesa corrotta e compromessa con un governo e un potere trà i più corrotti e distruttivi dai tempi del fascismo. Io che sono un credente Cristiano, non credo al vertice di questa chiesa ne mi sento rappresentato e per nulla tranquillizzato da questa CEI figuriamoci da un partito partorito da loro.   AS

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post