settembre

Pubblicato il da antonio sassano

settembre

Io amo il mare, il suo fragore lontano nelle giornate di burrasca. Alla sera mi appoggio sull'uscio di casa e mentre mi fumo la sigaretta mi lascio rapire da quel rumoreggiare affascinante che proviene da quella massa d'acqua in movimento. Questa sera l'Adriatico deve essere agitato moltissimo se io a poco più di trè chilometri  di distanza a linea d'aria ne percepisco un suono così distinto. In notti come questa con il cielo non proprio limpido è il mare che si sostituisce alle stelle la natura mi regala una sensazione stupenda. La battaglia della vita ora è come questo mare in burrasca. Quì il mare è lontano e il suo rumore non giunge fino al mio udito in questa casa in mezzo agli ulivi  non  ancora soffocata dalle nuove costruzzioni.Una casa che per anni, solitamente nella stagione estiva si era ma ancora oggi si è sempre in attesa di qualcuno che deve arrivare, Una sorella ,una zia , un cugino, e in questo aspettare c'è tutta la speranza e il desiderio del ritrovarsi che aiuta a vivere. Poi ogni uno torna alla propria vita,E anche la bella stagione se ne va rimane il piacere di avere trascorso un po di tempo insieme a chi si vuole bene.

Con tag riflessioni

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post