le stagioni

Pubblicato il da antonio sassano

le stagioni

E' cambiato tutto ? Le stagioni così come le conoscevamo una volta, o come ci venivano raccontate da bambini pare non esistano più. Dovè finito l'anticiclone delle Azzorre che puntualmente si insediava nel mediterraneo per l'intera stagione estiva? È come se questa stagione voglia dirci a tutti: ecco ci sono e sono così, variabile, un giorno diverso dall’altro, senza ordine preciso. Cielo grigio topo fino a due secondi fa: ora caldo al sole. È come se ci dicesse: sì, stabilite tutte le vostre regole ma alla fine decido io, solo io, e non me ne frega niente dei vostri lamenti. Siamo infatti tutti consapevoli dei motivi di tali cambiamenti, ma rimediare ai disastri provocati dall'uomo negli ultimi cento anni mi pare una impresa difficile almeno nel breve tempo, anzi per qualche tempo ancora possiamo solo peggiorare le cose. E a nulla valgono i segnali che la natura ci manda ormai sempre più spesso quasi a rimediare a ciò che noi con i nostri comportamenti le abbiamo tolto. Bisogna tornare ad essere più rispettosi dell'ambiente ,più umani , meno egoisti nei confronti delle generazioni future che per colpa nostra ne pagheranno il prezzo maggiore. Un tempo le persone guardavano il cielo e capivano. Adesso non parliamo più neppure tra di noi e ci mandiamo solo quelle stupide faccine sul telefono. Siamo diventati muti. Vogliamo tutto e subito. Abbiamo perso il sapore della lentezza del tempo. Non sappiamo più scrivere una lettera con carta e penna. Riusciamo a odiarci. Lo facciamo bene, fino in fondo, ci armiamo fino ai denti. Abbiamo intriso le strade di sangue innocente, abbiamo dimenticato la poesia dei tramonti e la bellezza di un mandorlo che fiorisce. L'amore di un bambino che disegna ancora coi pastelli e corre dalla mamma a fargli vedere il suo sole. Possa la luce di quel sole illuminare le nostre menti sciagurate e la forza del vento scuoterci così tanto da farci dimenticare ciò che siamo diventati e poi vivere i nosri giorni con la mente a quel bambino e al suo diritto ad un mondo più vivibile, magari ci riusciamo.

Con tag riflessioni

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post