il rè è nudo

Pubblicato il da antonio sassano

il rè è nudo

Non si può criticare le politiche del governo e poi "non essere conseguenti sul piano elettorale". "Renzi perde? Va bene così, non potrebbe essere diversamente. Il Re è nudo" E poi mi paiono velleitarie le chiamate alle armi contro il populismo. Il populismo è divenuto un pezzo importante dell'offerta politica di questo tempo proprio perché a questo nostro tempo è stata tolta prospettiva e profondità, sopratutto nel partito più grande e di governo come il PD non si è stati in grado di capire lo scontro in atto trà l'alto e il basso della società e costruire un progetto di cambiamento.E anche una lettura nostalgica e riproposizione del centro-sinistra sembra non avere più fondamento.Non c'è più, è stato sepolto dalle scelte concrete e dalle politiche perseguite in questi anni che non hanno tenuto in nessun conto le sofferenze sociali che si producevano".Come si è visto a Roma così come a Torino il dato politico piu' inquietante per il PD e' che ha perduto nelle periferie ,alla Garbatella quartiere storicamente di sinistra e a Torino Barriera di Milano un rione operaio comunista da sempre, oltre che fra la stragrande maggioranza dei giovani. Non è sufficiente innovare solo per rivendicare che si cambia.Oramai il PD ha perso il treno. C'e' qualcun altro che pensa ai bisogni dei deboli ed alle ingiustizie dei potenti.In quanto a noi rimasti orfani di rappresentanza non possiamo fare altro che aspettare che Renzi continui con la sua arroganza e si schianti sul referendum.

Con tag opinioni

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post