amico mio

Pubblicato il da antonio sassano

amico mio



Toronto 20 Dicembre 2012
Antonio, amico mio


Ultimamente mi sto guardando molto da vicino, dovrei trovarmi patetico per come sono caduto così in basso, ma non è così.Forse colgo qualcosa di positivo nel cadere, nello sprofondare, ho la sensazione che più scendo in basso e più mi avvicino a me stesso. Mi osservo e vedo un uomo di sessant'anni che ha fatto molti errori e li vedo segnati sulla mia pelle,graffi, cicatrici, segni ben visibili sul viso scolpiti dalla stanchezza di cercare, di chiedere, di lottare. Sarà che il mio starmene accovacciato nel fondo di me stesso è quanto di più sicuro ho trovato così me ne stò quì ,senza dire una parola. Le parole spesso vengono fraintese , e così ho deciso di tacere, muto nel mio silenzio mentre la vita mi passa accanto in punta di piedi per rispettare la mia scelta. Cadere è una scelta non una debolezza. Lasciarsi andare all'indietro ,un ultimo salto, ultima scelta libera, per me forse la prima, forse l'ultima. Lasciarsi andare, perdere tutto. Nessun rimpianto, del resto cosa c'è di più libero di cadere?


Portocannone 3 Gennaio 2013


Riccardo, caro amico , non ho più parole che possono servire a farti desistere da questa tua scelta, hai scelto di lasciaeti andare, di lasciare la vita libera, di faltela sfuggire tra le dita. E' vero, ci vuole coraggio , forse il coraggio dell'incoscienza o quello della disperazione. Quando si è soli in mezzo al mondo tutto può apparire in'evitabile, perfino un gesto estremo ma forse può essere solo un'orgoglioso schiaffo al nulla. In queste situazioni ci vuole tanta volontà e tanto coraggio ad affrontare la vita ,quella che ci rimane da vivere , per quella che è, poichè gli specchi che ci poni davanti riflettono immagini che ognuno di noi ha gia guardato almeno una volta nella vita, e poi, cavolo ci siamo noi, i tui amici, coi tanti percorsi che si è fatti insieme e altri ancora da fare. Niente paura.


Ieri sera ho aperto per caso una cartella dove archivio alcune mail per me importanti, in'utile dire quanto sono contento che ora il mio amico che pure non sento da prima dell'estate stà bene.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post