da virtuale a reale

Pubblicato il da antonio sassano

da virtuale a reale

Solitamente viviamo una vita piena di errori, sbagliando si impara, ma oggi si eccede a rovescio, solo sbagliare, il nostro nemico è l'uso irrazionale e totalizzante della tecnologia digitale, del web, l'arma di distruzione di massa. E la massa si precipita in questo delirio, come indemoniata, come bagnanti masochisti che si buttano in mari tropicali incuranti degli squali. Ci raccontano che la tecnologia è solo mezzo, che solo serve, appunto,.che basta saperla usare, nel frattempo tra un twitter e un hashtag la vita quotidiana si brucia, si sbriciola, gettando il mondo intero in un brulicame di pezzettini ove rinvenire un filo conduttore, risalire al senso di tutto ciò che si sta facendo, è sempre più sterile, lasciandoci sciamare in mezzo a quell'oceano di frantumi, in una deriva di umori senza capo ne coda. Un vivere- zapping, un cambia-canale perpetuo, senza costrutto, senza pensiero, senza contemplazione, ed anche la stessa grammatica si sta sbriciolando decomponendosi in mozziconi di parole che non significano un bel niente. Così non ci restano fra le dita che minuscoli pezzettini di esistenza, che anche a volerci fare un mosaico, non si compongono quasi mai in qualcosa di adeguato, in uno straccio di raziocinio con cui tentare, almeno tentare, di ricostruire una logica all'insensato andazzo del mondo. Qualcuno chiama tutto ciò " la terza guerra mondiale incominciata a nostra insaputa " Ma se anche fosse, dovremmo ammettere che questa guerra è incominciata nel gioco nevrotico delle nostre mani sul fantasma digitale della nostra fine. La nostra video-fine, da virtuale a reale.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post