così vedo la satira

Pubblicato il da antonio sassano

La satira non conosce regole, è contro o a favore di tutti, è utile e preziosa come lo sono molte altre forme di cultura della comunicazione, va sostenuta e difesa nella sua libertà, perchè la sua libertà è in grado di generare una maggiore consapevolezza della realtà. Pur facendo ridere aiuta a pensare e interpretare con ironia da tutte le angolature gli avvenimenti del nostro tempo. Ma non sempre è così. A volte la si rende intollerante, libera si, ugualmente legittima e tuttavia dannosa per i suoi lettori e per la società quando diventa inutilmente violenta, bugiarda ed irresponsabile. Con ciò non voglio dire che non è indispensabile o che non bisogna difenderne la libertà di esistere ma proprio per questo credo bisogna difendere la libertà di criticarla e disprezzarla insieme ai suoi autori quando esprimono contenuti irrispettosi, stupidi e deplorevoli, quando non fanno ridere, non fanno pensare, non fanno capire e agiscono al limite del fanatismo e del razzismo. Libertà è anche libertà di criticare una certa satira.

così vedo la satiracosì vedo la satira
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post