le pagnottelle di S.Nicola

Pubblicato il da antonio sassano

E difficile ricostruire il significato originario di alcuni riti delle società antiche. Alcune prevedevano l'usanza di accendere dei grossi fuochi collettivi con delle fascine che gli uomini preparavano in occasione di alcune ricorrenze. I fuochi erano considerati speranza di rinnovamento, di buon auspicio e di purificazione. Anche da noi in paese si accendevano fuochi in almeno due occasioni, il giorno di S.Michele e a S.Nicola . Quest'ultima che ricorreva durante l'Avvento era particolarmente attesa da noi bambini per la distribuzione delle pagnottelle.Per la festa di S.Nicola alcune donne le preparavano con pasta di pane, le mettevano in grossi cesti e le portavano in chiesa per essere benedette. Dopo la messa venivano offerte ai bambini, ai malati ,a tutti i presenti e al vicinato, le baciavamo pio le mangiavamo per chiedere al Santo abbondanza nel raccolto e la protezione da ogni calamità. E un vero peccato che queste tradizioni vadano scomparendo.

le pagnottelle di S.Nicola
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Michele 12/07/2014 09:51

Quanto ero piccolo io questa tradizione delle pagnottelle veniva portata avanti dai nonni di Maria Rossi, che abitavano vicino a casa mia, ma in occasione di Santa Lucia, il 13 dicembre.

antonio sassano 12/07/2014 15:33

mi sa tanto che hai ragione ,mi sono confuso di qualche giorno